La candidata si propone per un ruolo di assistente alla direzione di una multinazionale.

Francesca ha una comunicazione chiara ed efficace sostenuta da una mente logica e duttile, si pone con  savoir faire ed è in grado di interagire con empatia. E’ in grado così di instaurare buoni rapporti a tutti i livelli poichè riesce a comprendere gli altri e le situazioni che la circondano con perspicacia e partecipazione.

Doti di flessibilità e spirito di adattamento favoriscono l’integrazione nei nuovi ambienti e facilitano l’attività con i colleghi e i superiori, superando gli eventuali attriti o diffidenze iniziali poichè riesce a mettere gli altri a proprio agio velocemente, maturando un senso d’appartenenza che la fidelizza all’azienda.  

L’intelligenza concreta è supportata da immaginazione e curiosità che attirano nuovi spunti e soluzioni ai problemi, la sua mente organizzata e metodica non favorisce l’azione rapida e impulsiva,  ma scelte  e decisioni sono sottoposte al vaglio di un ragionamento ponderato che sa valutare eventuali rischi.  

Nella sua organizzazione quotidiana, ha bisogno di istruzioni precise e regole ben delineate che poi elabora in autonomia e realizza con precisione e diligenza, rispettando i tempi richiesti.

Non è troppo competitiva ma ama essere apprezzata per le sue capacità, deve avere la possibilità di confrontarsi con le persone, di relazionarsi e di poter svolgere con accuratezza e scrupolo i compiti assegnati.

Ritmi eccessivi, improvvisi cambi di rotta potrebbero crearle delle difficoltà temporanee, ma motivata dalla costante volontà di far bene, la spronerebbero a mettere in atto tutti gli strumenti opportuni,  grazie alla sua mobilità intellettiva e flessibilità  per rimodularsi e nuovamente organizzarsi per soddisfare le aspettative.